La casa romana di Michelangelo Buonarroti (Serbatoio Gianicolense)

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by  Massimo Gaudio Serbatoio Gianicolense Anche se il Gianicolo non fa parte dei Sette Colli di Roma ha un fascino tutto suo, dal quale si può ammirare uno stupendo panorama sulla Capitale. C'è una strada, la Passeggiata del Gianicolo, che corre lungo tutto il colle ed accompagna lo sguardo sulla citta dal Faro del Gianicolo fino a Porta San Pancrazio passando per piazza Garibaldi da dove la vista è mozzafiato in qualunque momento, sia di giorno che di notte. Verso la fine del percorso vicino a Porta San pancrazio, prorpio di fonte al monumento a Ciceruacchio, nel 1928 è stato costruito un serbatoio interrato all'interno di un bastione per far fronte alla mancanza di acqua. Per l'occasione si decise di addossare sul muro del serbatoio quella che si presume essere la facciata della casa romana di Michelangelo Buonattoti dove visse dal 1531 in poi. La casa dell'artista si trovava in origine in via Macel de' Corvi che venne demolita per la

Chiesa di San Giuseppe dei falegnami ed il soffitto perduto

Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami al Foro Romano - Roma
Ai margini del Foro Romano, ai piedi del Campidogolio, si trova una chiesa dedicata a San Giuseppe dei falegnami. E' stata costruita a cavallo tra il XVI e XVII secolo proprio sopra il Carcere Mamertino nel quale tra gli altri, secondo la tradizione, furono rinchiusi gli apostoli Pietro e Paolo.
La chiesa in puro stile Barocco, fu progettata da Giacomo Della Porta ed al suo interno si trovano opere di artisti di rilievo come Carlo Maratta e Giuseppe Ghezzi. Purtroppo il soffitto originale a cassettoni dorato costruito nel 1611 ca., il 30 Agosto del 2018 è andato distrutto a causa del crollo del tetto. Nella parete di destra della navata centrale, si trova una porta da cui si accede ad una grande sala adibita ad Oratorio, con delle splendide pareti affrescate con le storie di San Giuseppe. Anche qui nella Sala il soffitto è ligneo a cassettoni e fortunatamente non è stata interessata dal crollo, quindi si può ammirare la sua bellezza e, con un pochino di tristezza, immaginare come fosse quello crollato.
Navata

Navata
Navata lato destro

Navata lato sinistro

Altare maggiore ed Abside

Bartolomeo Colombo, Transito di san Giuseppe (1648)

Carlo Maratta, Presepe (1651)

Giuseppe Ghezzi, Sacra Famiglia (sec. XVI)

Il soffitto a cassettoni crollato

Il soffitto a cassettoni crollato (particolare)
Oratorio

L'Altare dell'Oratorio 

Storie di san Giuseppe

Storie di san Giuseppe

Storie di san Giuseppe

Il soffitto a cassettoni dell'Oratorio

Commenti

  1. Stupenda Chiesa! Mamma mia, imperdibile! Anche vivendo 100 anni, impossibile vedere tutte le maravigle dell'arte italiana. Grazie di cuore ❤

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

La Sala Rotonda del Museo Pio Clementino nei Musei Vaticani

Piramide Cestia

Gli affreschi di Galleria Borghese

I mosaici di Depero e Prampolini all'EUR

Cappella Cerasi nella basilica di Santa Maria del Popolo

Caravaggio e Caravaggisti nelle nuove sale di Palazzo Barberini

Caravaggio e la cappella Contarelli nella chiesa di San Luigi dei Francesi