Monumento a Ciceruacchio sul Gianicolo

Immagine
  #artiebellezzeitaliane Photo by  Massimo Gaudio Ettore Ximenes, Monumento a Angelo Brunetti detto Ciceruacchio (1907) Il Gianicolo verso la metà del XIX secolo fu terreno di battaglia tra l'esercito francese che per convenienza politica andò in aiuto di papa Pio IX ed i patrioti della Repubblica Romana del 1849 che vide anche la partecipazione di Giuseppe Mazzini, Giuseppe Garibaldi e Goffredo Mameli. Purtroppo molti combattenti della Repubblica Romana morirono e vengono ricordati nel sacrario del Mausoleo Ossario Garibaldino che si trova proprio sul colle del Gianicolo, mentre altri dopo la capitolazione fuggirono da Roma per andare a combattere a nord contro l'esercito austriaco. Tra questi c'erano Giuseppe Garibaldi ed Angelo Brunetti detto Ciceruacchio (per via del suo aspetto grassottello da bambino che in una derivazione del romano è ciruacchiotto). Brunetti fu un patriota molto conosciuto dal popolo romano dell'epoca e partecipò attivamente nella battaglia con

Cortei e Cerimonie a Roma a cavallo tra il Seicento e Settecento


Scalone interno di Palazzo Braschi - Roma
Oggigiorno siamo abituati a vedere un gran dispiegamento delle forze dell'ordine per la protezione e sicurezza dei Capi di Stato che vengono in visita nel nostro Paese. Chi non vive a Roma forse non immagina quello che significa trovare strade e piazze chiuse, carovane di mezzi blindati, percorsi alternativi e tutto quello che viene messo in campo per la sicurezza. Questo succede anche per le alte cariche dello Stato quindi anche per il nostro Capo di Stato. Visto quello che succede oggi, viene da domandarsi: ma era così anche una volta? La risposta ce la danno i dipinti di artisti dell'epoca, i quali hanno immortalato nelle loro tele le varie fasi di ciò che accadeva i quelle occasioni, comprese le cerimonie in loro onore. Tutti i dipinti di oggi, sono esposti nel Museo di Roma di Palazzo Braschi.
Artista attivo a Roma, L'arrivo al Quirinale dell'ambasciatore veneto Nicolò Duodo (1714)


Autore: Artista attivo a Roma nel '700
Titolo: L'arrivo al Quirinale dell'ambasciatore veneto Nicolò Duodo
Datazione: 1714
Supporto: Olio su tela
Misure (cm): 149 x 486

Filippo Gagliardi e Filippo Lauri, Carosello a Palazzo Barberini in onore di Cristina di Svezia ne carnevale del 1656 (1656-1659)

Autore: Filippo Gagliardi (Roma 1607 - 1659) e Filippo Lauri (Roma 1623 - 1694)
Titolo: Carosello a Palazzo Barberini in onore di Cristina di Svezia ne carnevale del 28 Febbraio 1656
Datazione: 1656 - 1659
Supporto: Olio su tela
Misure (cm): 231 x 340
Filippo Gagliardi, Visita di Innocenzo X alla Fontane dei Fiumi a Piazza Navona, attr. (1651)
Autore:          Filippo Gagliardi (Roma 1607 - 1659) (Attr.)
Titolo:            Visita di Innocenzo X alla Fontana dei Fiumi
Datazione: 1651
Supporto: Olio su tela
Misure (cm): 285 x 187
A seguire troverete ulteriori fotografie di opere all'interno del museo

Artista attivo a Roma, Ingresso a Roma da Porta del Popolo dell'ambasciatore veneto Nicolò Duodo (1714)

Pier Leone Ghezzi, Clemente XI Albani conferisce il cappello cardinalizio a Giulio Alberoni, attr. (1724)

Pier Leone Ghezzi, Innocente X Panphilj conferisce il cappello cardinalizio a Fabio Chigi, attr. (1724)

Commenti

Post popolari in questo blog

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

La Sala Rotonda del Museo Pio Clementino nei Musei Vaticani

Piramide Cestia

Gli affreschi di Galleria Borghese

I mosaici di Depero e Prampolini all'EUR

Il Trionfo della Divina Provvidenza di Pietro da Cortona a Palazzo Barberini

Cappella Cerasi nella basilica di Santa Maria del Popolo

Caravaggio e la cappella Contarelli nella chiesa di San Luigi dei Francesi