Fontana dei Libri

Immagine
  © Photo Massimo Gaudio Fontana dei Libri Nel 1927 l'arcchitetto Pietro Lombardi, che vinse il concorso per la costruzione della Fontana delle Anfore nel rione Testaccio, ricevette dall'amministrazione comunale l'incarico della costruzione (oltre alla Fontana degli Artisti ) di una fontana che rappresentasse il rione Sant'Eustachio. Egli riuscì ad unire due elementi molto rappresentativi del posto. Il primo è quello della testa di cervo, simbolo del rione che rappresenta il momento in cui il santo incontrò prima di convertirsi, il cervo durante una battuta di caccia che, arrivato davanti un burrone si girò verso di lui e tra le corna apparve una croce luminosa con la figura di Gesù. L'altro elemento rappresentativo del rione sono i libri che fanno riferimento all'università della Sapienza sul cui muro la fontana è addossata. La Fontana dei Libri si trova in via dei degli Staderari, tra Palazzo Carpegna e la chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza all'interno

Il mito di Mitra

Statua di Mitra e altari con dedica (fine II sec. d.C.) - Museo Nazionale Romano, Terme di Diocleziano - Roma

Mitra, è una divinità adottata da varie religioni antiche, risalente già dall'antica Persia ed adottata anche dai popoli ellenici e romani e proprio quest'ultimi sono quelli a cui questo articolo è riferito. La divinità, viene raffigurata nell'atto in cui uccide un toro ed insieme ai due soggetti, vengono raffigurati anche un serpente ed un cane che bevono il sangue che fuoriesce dalla ferita del toro ed uno scorpione che attacca i testicoli dello stesso. In Italia ci sono molti Mitrei sparsi in tutta la penisola, luoghi di culto in cui i seguaci si riunivano per venerare il loro Dio. Al Museo Nazionale Romano, Terme di Diocleziano proprio di fronte alla Stazione Termini, si trova una stanza dove sono esposti vari reperti, tra cui quelli che interessano il culto di Mitra che vanno dal II al IV secolo d.C. Molto interessante sono una statua e due are dedicate a Mitra. La statua è un'offerta votiva e consiste nella pietra in cui nacque Mitra. Il dedicante è Aurelius Bassinus il quale era responsabile della gestione principale del Mitreo. La dedica fu posta quando il cavaliere A. Caedicius Priscianus ricopriva la carica di sommo sacerdote con il grado di iniziatico di pater. Le iscrizioni dei due altari sono quasi identiche, attestano che le due are furono offerte come ex voto da Aurelius Sabinus e da Bebus Quintianus.


Rilievo mitriaco - Museo Nazionale Romano, Terme di Diocleziano - Roma

Testa dorata di Mitra (fine II sec. d.C.) - Museo Nazionale Romano, Terme di Diocleziano - Roma

Mitra (II sec. d.C.) - Musei Vaticani - Museo Pio Clementino, Sala degli animali - Città del Vaticano
Autore: -
Titolo: Mitra
Datazione: II secolo d.C.
Supporto : Marmo
Misure (cm): -
Si trova: Musei Vaticani - Museo Pio Clementino, Sala degli animali
Luogo: Città del Vaticano


Commenti

Post popolari in questo blog

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

I mosaici di Depero e Prampolini all'EUR

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

La Sala Rotonda del Museo Pio Clementino nei Musei Vaticani

Il Tempio di Ercole Vincitore

La Fontana dell'Acqua Felice

L'elefantino berniniano in Piazza della Minerva

Marforio, la Statua Parlante ai Musei Capitolini

Panoramiche su Roma