Piramide Cestia

Immagine
  © Photo Massimo Gaudio La Piramide Cestia e Porta San Paolo A nord del quartiere Ostiense, ai confini con il rione San Saba e più precisamente in piazzale Ostiense, si trova la Piramide di Caio Cestio, più comunemente conosciuta come Piramide Cestia . Fu costruita tra il 18 e il 12 a.C. come sepolcro di Caio Cestio, pretore, tribuno e membro del Collegio sacerdotale degli Epuloni. Dopo la conquista dell'Egitto in età augustea, a Roma si sviluppo una sorta di moda che prendeva spunto dal modello egiziano, quindi nella città sorsero vari monumenti sepolcrali simili alle piamidi egizie e quella Cestia è l'ultima rimasta intatta. Nella seconda metà del III sec. d.C., l'imperatore Aureliano fece inglobare la piramide all'interno della cinta muraria a difesa di Roma, le Mura aureliane. Il monumento misura 36,40 metri di altezza, la base misura 29,50 metri per lato, mentre la camera sepolcrale misura 23 mq. che, seguendo l'usanza egizia, fu murata al momento della sepolt

Il mito di Mitra

Statua di Mitra e altari con dedica (fine II sec. d.C.) - Museo Nazionale Romano, Terme di Diocleziano - Roma

Mitra, è una divinità adottata da varie religioni antiche, risalente già dall'antica Persia ed adottata anche dai popoli ellenici e romani e proprio quest'ultimi sono quelli a cui questo articolo è riferito. La divinità, viene raffigurata nell'atto in cui uccide un toro ed insieme ai due soggetti, vengono raffigurati anche un serpente ed un cane che bevono il sangue che fuoriesce dalla ferita del toro ed uno scorpione che attacca i testicoli dello stesso. In Italia ci sono molti Mitrei sparsi in tutta la penisola, luoghi di culto in cui i seguaci si riunivano per venerare il loro Dio. Al Museo Nazionale Romano, Terme di Diocleziano proprio di fronte alla Stazione Termini, si trova una stanza dove sono esposti vari reperti, tra cui quelli che interessano il culto di Mitra che vanno dal II al IV secolo d.C. Molto interessante sono una statua e due are dedicate a Mitra. La statua è un'offerta votiva e consiste nella pietra in cui nacque Mitra. Il dedicante è Aurelius Bassinus il quale era responsabile della gestione principale del Mitreo. La dedica fu posta quando il cavaliere A. Caedicius Priscianus ricopriva la carica di sommo sacerdote con il grado di iniziatico di pater. Le iscrizioni dei due altari sono quasi identiche, attestano che le due are furono offerte come ex voto da Aurelius Sabinus e da Bebus Quintianus.


Rilievo mitriaco - Museo Nazionale Romano, Terme di Diocleziano - Roma

Testa dorata di Mitra (fine II sec. d.C.) - Museo Nazionale Romano, Terme di Diocleziano - Roma

Mitra (II sec. d.C.) - Musei Vaticani - Museo Pio Clementino, Sala degli animali - Città del Vaticano
Autore: -
Titolo: Mitra
Datazione: II secolo d.C.
Supporto : Marmo
Misure (cm): -
Si trova: Musei Vaticani - Museo Pio Clementino, Sala degli animali
Luogo: Città del Vaticano


Commenti

Post popolari in questo blog

I mosaici di Depero e Prampolini all'EUR

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

Palazzo Barberini

Marforio, la Statua Parlante ai Musei Capitolini

Statua Colossale di Costantino

Museo della Civiltà Romana all'EUR

Natale di Roma

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

Il Presepe di Arnolfo di Cambio nella basilica di Santa Maria Maggiore