Fontana dei Libri

Immagine
  © Photo Massimo Gaudio Fontana dei Libri Nel 1927 l'arcchitetto Pietro Lombardi, che vinse il concorso per la costruzione della Fontana delle Anfore nel rione Testaccio, ricevette dall'amministrazione comunale l'incarico della costruzione (oltre alla Fontana degli Artisti ) di una fontana che rappresentasse il rione Sant'Eustachio. Egli riuscì ad unire due elementi molto rappresentativi del posto. Il primo è quello della testa di cervo, simbolo del rione che rappresenta il momento in cui il santo incontrò prima di convertirsi, il cervo durante una battuta di caccia che, arrivato davanti un burrone si girò verso di lui e tra le corna apparve una croce luminosa con la figura di Gesù. L'altro elemento rappresentativo del rione sono i libri che fanno riferimento all'università della Sapienza sul cui muro la fontana è addossata. La Fontana dei Libri si trova in via dei degli Staderari, tra Palazzo Carpegna e la chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza all'interno

La volta della Sala Zuccari a Palazzo Giustiniani

Sala Zuccari, La volta - Palazzo Giustiniani - Roma
Uno dei Palazzi del Senato della Repubblica italiana è Palazzo Giustiniani dove il 27 Dicembre del 1947 fu firmata la Costituzione italiana. Sullo stesso piano della Sala della Costituzione, c'è la Sala Zuccari, chiamata così in origine per via degli affreschi del pittore marchigiano Federico Zuccari (Sant'Angelo in Vado 1539 - Ancona 1609). Recenti studi però, indicano in Antonio Tempesta e Pietro Paolo Bonzi i più probabili realizzatori dei dipinti.
Sulla pareti della Sala, sono affrescate colonne tortili in bronzo, che alludono al Tempio di Salomone ed evocano l'atmosfera di un portico antico. Nella volta sono raffigurati cinque episodi delle storie della vita di Salomone: Salomone unto re, La costruzione del Tempio, Il giudizio di Salomone, I figli costretti a trafiggere il cadavere del padre. Al centro è raffigurato L'incontro di Salomone con la regina di Saba. Intorno alla raffigurazione centrale e tra gli altri quattro episodi, sono raffigurate le quattro virtù a lui attribuite Religione, Industria, Vigilanza, Eloquenza.
L'incontro di Salomone con la regina di Saba

La costruzione del Tempio

I figli costretti a trafiggere il cadavere del padre

Il giudizio di Salomone

Salomone unto re

Eloquenza

Vigilanza

Industria

Religione

Commenti

  1. Caro Massimo, sono davvero rapita davanti la bellezza stravolgente di questi affreschi, che non conoscevo.
    Federico Zuccari, lo devo tener presente nei miei post futuri. Grazie infinite!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te carissima, mi fa piacere che tu abbia apprezzato!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

I mosaici di Depero e Prampolini all'EUR

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

La Sala Rotonda del Museo Pio Clementino nei Musei Vaticani

Il Tempio di Ercole Vincitore

La Fontana dell'Acqua Felice

L'elefantino berniniano in Piazza della Minerva

Marforio, la Statua Parlante ai Musei Capitolini

Panoramiche su Roma