Monumento a Ciceruacchio sul Gianicolo

Immagine
  #artiebellezzeitaliane Photo by  Massimo Gaudio Ettore Ximenes, Monumento a Angelo Brunetti detto Ciceruacchio (1907) Il Gianicolo verso la metà del XIX secolo fu terreno di battaglia tra l'esercito francese che per convenienza politica andò in aiuto di papa Pio IX ed i patrioti della Repubblica Romana del 1849 che vide anche la partecipazione di Giuseppe Mazzini, Giuseppe Garibaldi e Goffredo Mameli. Purtroppo molti combattenti della Repubblica Romana morirono e vengono ricordati nel sacrario del Mausoleo Ossario Garibaldino che si trova proprio sul colle del Gianicolo, mentre altri dopo la capitolazione fuggirono da Roma per andare a combattere a nord contro l'esercito austriaco. Tra questi c'erano Giuseppe Garibaldi ed Angelo Brunetti detto Ciceruacchio (per via del suo aspetto grassottello da bambino che in una derivazione del romano è ciruacchiotto). Brunetti fu un patriota molto conosciuto dal popolo romano dell'epoca e partecipò attivamente nella battaglia con

Le terrecotte degli Etruschi

Sarcofago degli Sposi da Cerveteri (VI sec.  a.C.) - Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia - Roma
C'è un luogo a Roma, dove è esposto il più alto numero di reperti archeologici etruschi al mondo. Mi riferisco al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, che solo la struttura merita una visita. Gli Etruschi avevano una manualità eccezionale ed erano molto bravi nella produzione di oggetti di uso comune in terracotta ed in questo articolo ho voluto inserire molte fotografie di anfore, balsamari, coppe, crateri, olpe, piatti, pissidi ed altri oggetti finemente realizzati.
Gli Etruschi non si limitavano però soltanto alla produzione di vasellame, erano bravissimi nel creare statue, rifiniture per Tempi ed addirittura sarcofagi di rara bellezza come il Sarcofago degli Sposi di Cerveteri.
Il santuario di Pyrgi, Altorilievo (460 a.C.) - Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia - Roma
 Statua di Apollo (VI sc. a.C.) - Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia - Roma
Statua di Ercole (VI sec. a.  C.) - Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia - Roma
Anfora di tipo Panatenaico (530-510 a.C.) Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia - Roma


















Commenti

  1. Bella raccolta fotografica, ma sono quasi tutti vasi greci o falisci, e manca il bucchero la vera ceramica etrusca, esportata in tutto il Mediterraneo.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

La Sala Rotonda del Museo Pio Clementino nei Musei Vaticani

Piramide Cestia

Gli affreschi di Galleria Borghese

I mosaici di Depero e Prampolini all'EUR

Il Trionfo della Divina Provvidenza di Pietro da Cortona a Palazzo Barberini

Cappella Cerasi nella basilica di Santa Maria del Popolo

Caravaggio e la cappella Contarelli nella chiesa di San Luigi dei Francesi