Piramide Cestia

Immagine
  © Photo Massimo Gaudio La Piramide Cestia e Porta San Paolo A nord del quartiere Ostiense, ai confini con il rione San Saba e più precisamente in piazzale Ostiense, si trova la Piramide di Caio Cestio, più comunemente conosciuta come Piramide Cestia . Fu costruita tra il 18 e il 12 a.C. come sepolcro di Caio Cestio, pretore, tribuno e membro del Collegio sacerdotale degli Epuloni. Dopo la conquista dell'Egitto in età augustea, a Roma si sviluppo una sorta di moda che prendeva spunto dal modello egiziano, quindi nella città sorsero vari monumenti sepolcrali simili alle piamidi egizie e quella Cestia è l'ultima rimasta intatta. Nella seconda metà del III sec. d.C., l'imperatore Aureliano fece inglobare la piramide all'interno della cinta muraria a difesa di Roma, le Mura aureliane. Il monumento misura 36,40 metri di altezza, la base misura 29,50 metri per lato, mentre la camera sepolcrale misura 23 mq. che, seguendo l'usanza egizia, fu murata al momento della sepolt

Pe' Lungotevere... le passeggiate romantiche e i Ponti del Tevere

Panorama sul Tevere al suo ingresso in città
Pe' Lungotevere....
C'è il ritornello della canzone Pe' lungotevere cantata in romanesco dalla grande Gabriella Ferri che recita così:


Lì sotto l'arberi de Lungotevere
le coppie fileno, li baci scrocchieno...

si nun sei pratico de regge moccoli

pè Lungotevere nun ce passà!

Una visione sicuramente romantica ispirata dalla magia del Tevere. Purtroppo nel corso degli anni questa magia si è affievolita, ma rimane sempre la bellezza che il Tevere offre ogni giorno a tutti quelli che lo guardano con passione. Certo, si potrebbe fare di più per riportarlo ai fasti de 'na volta, ma direi che anche così non è niente male. Mi ritornano i mente i film romani degli anni '50-'60 quando farsi il bagno nelle acque del fiume era di uso comune. I bar, i ristoranti, le balere erano frequentati da gente che pensava a divertirsi, ma purtroppo quelli passati erano altri tempi e ci rimangono solo ricordi in bianco e nero.
Nonostante tutto però, voglio portarvi a fare una passeggiata pe' Lungotevere partendo da Ponte Flaminio che si trova a Nord del percorso del fiume, poco dopo il suo ingresso in città. Seguendo il corso dell'acqua si incontra Ponte Milvio ed il Ponte della Musica. La parte più romantica inizia però in prossimità di Castel Sant'Angelo e San Pietro e, seguendo le foto, seguirete il corso del fiume passando per Ponte Vittorio Emanuele II e successivamente dopo per Ponte Principe Amedeo di Savoia Aosta. All'altezza di Ponte Sisto vi troverete in corrispondenza di Trastevere. Dopo qualche centinaia di metri si incontra la splendida Isola Tiberina, incastonata come una pietra preziosa al centro del Tevere, collegata alla "terra ferma" da due ponti: il Ponte Fabricio che va' verso la Sinagoga ed il Ponte Cestio che va' verso Trastevere . Le ultime fotografie sono riferite al Ponte Rotto che si trova lì, poco dopo l'Isola Tiberina, da circa 2200 anni ed a seguire il Ponte Palatino.
Ponte Flaminio

Ponte Milvio

Ponte della Musica Armando Trovajoli

Passeggiata tra Ponte Sant'Angelo e Ponte Umberto I (a destra)

Ponte Sant'Angelo

Ponte Vittorio Emanuele II

Ponte Vittorio Emanuele II visto attraverso Ponte Sant'Angelo

Ponte Vittorio Emanuele II

Ponte Principe Amedeo Savoia Aosta

Panoramica sul Tevere da Castel Sant'Angelo

Ponte Sisto

Isola Tiberina con Ponre Cestio

Ponte Rotto (a sinistra), Isola Tiberina con Ponte Fabricio

Ponte Rotto

Passeggiata di fronte l'Isola Tiberina, Ponte Rotto e sullo sfondo Ponte Palatino

Commenti

Post popolari in questo blog

I mosaici di Depero e Prampolini all'EUR

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

Palazzo Barberini

Marforio, la Statua Parlante ai Musei Capitolini

Statua Colossale di Costantino

Museo della Civiltà Romana all'EUR

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

Natale di Roma

Il Presepe di Arnolfo di Cambio nella basilica di Santa Maria Maggiore