La casa romana di Michelangelo Buonarroti (Serbatoio Gianicolense)

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by  Massimo Gaudio Serbatoio Gianicolense Anche se il Gianicolo non fa parte dei Sette Colli di Roma ha un fascino tutto suo, dal quale si può ammirare uno stupendo panorama sulla Capitale. C'è una strada, la Passeggiata del Gianicolo, che corre lungo tutto il colle ed accompagna lo sguardo sulla citta dal Faro del Gianicolo fino a Porta San Pancrazio passando per piazza Garibaldi da dove la vista è mozzafiato in qualunque momento, sia di giorno che di notte. Verso la fine del percorso vicino a Porta San pancrazio, prorpio di fonte al monumento a Ciceruacchio, nel 1928 è stato costruito un serbatoio interrato all'interno di un bastione per far fronte alla mancanza di acqua. Per l'occasione si decise di addossare sul muro del serbatoio quella che si presume essere la facciata della casa romana di Michelangelo Buonattoti dove visse dal 1531 in poi. La casa dell'artista si trovava in origine in via Macel de' Corvi che venne demolita per la

Il Cannone del Gianicolo

 

Le ore 12.00

Nel tredicesimo rione di Roma, quello di Trastevere, ogni giorno prima dello scoccare delle ore 12.00, c'è l'usanza di affacciarsi dal Belvedere del Gianicolo per assistere ad un evento che è arrivato fino ai giorni nostri dal 1° Dicembre del 1847, quando Papa Pio IX per avere un unico segnale orario, evitando così il suono scoordinato delle campane delle chiese di Roma, fece posizionare su Castel Sant'Angelo un cannone in modo che sparasse a salve alle ore 12 esatte.
La tradizionale cannonata dalla sede originale si spostò prima su Monte Mario e poi definitivamente al Gianicolo il 24 Gennaio del 1904, ma durante la Seconda Guerra Mondiale per motivi bellici fu interrotta. Finalmente dopo circa vent'anni il cannone riprese a segnare mezzogiorno il 21 Aprile del 1959 in occasione del 2712° Anniversario della Fondazione di Roma. Il compito di sparare il colpo a salve è fornito quotidianamente dal reggimento addestrativo del Comando Artiglieria dell'Esercito Italiano. Il "botto" si sente in moltissime zone della Capitale, io ho avuto il modo di sentirlo addirittura del quartiere Appio Claudio che è distante dal Gianicolo circa 12 Km. in linea d'aria, forse anche grazie al vento a favore.

Commenti

Post popolari in questo blog

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

La Sala Rotonda del Museo Pio Clementino nei Musei Vaticani

Piramide Cestia

Gli affreschi di Galleria Borghese

I mosaici di Depero e Prampolini all'EUR

Cappella Cerasi nella basilica di Santa Maria del Popolo

Caravaggio e Caravaggisti nelle nuove sale di Palazzo Barberini

Caravaggio e la cappella Contarelli nella chiesa di San Luigi dei Francesi