Fontana dei Libri

Immagine
  © Photo Massimo Gaudio Fontana dei Libri Nel 1927 l'arcchitetto Pietro Lombardi, che vinse il concorso per la costruzione della Fontana delle Anfore nel rione Testaccio, ricevette dall'amministrazione comunale l'incarico della costruzione (oltre alla Fontana degli Artisti ) di una fontana che rappresentasse il rione Sant'Eustachio. Egli riuscì ad unire due elementi molto rappresentativi del posto. Il primo è quello della testa di cervo, simbolo del rione che rappresenta il momento in cui il santo incontrò prima di convertirsi, il cervo durante una battuta di caccia che, arrivato davanti un burrone si girò verso di lui e tra le corna apparve una croce luminosa con la figura di Gesù. L'altro elemento rappresentativo del rione sono i libri che fanno riferimento all'università della Sapienza sul cui muro la fontana è addossata. La Fontana dei Libri si trova in via dei degli Staderari, tra Palazzo Carpegna e la chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza all'interno

C'era una volta il LunEur

 


Quanti ricordi! Da ragazzo insieme ai miei amici andavo spesso in quello che era una volta il parco divertimenti più bello e più grande della città. Si trova nel quartiere Europa o più comunemente chiamato EUR e proprio da questa ultima denominazione nasce il nome LunEUR, realizzato nel 1953 dall'Ente Autonomo Esposizione Universale di Roma, su un'area di 68.000 m² in via delle Tre Fontane, adiacente al Parco degli Eucalipti, in occasione della Fiera Internazionale dell'Agricoltura svoltasi in quell'anno. Il terreno è di proprietà di EUR SpA, che dal 1963 in poi ha concesso l'utilizzo dell'area a due socieà. Quella attuale, la Cinecittà Entertainment, nel Gennaio 2016 iniziò i lavori di ristrutturazione e riqualificazione del parco e a Dicembre dello stesso anno face l'inaugurazione con il nome Luneur Park, dedicandolo principalmente ai bambini di età da 0 a 12 anni e le loro famiglie. 
Nel periodo precedente, ovvero dagli anni '60 fino al 2007, la vecchia gestione portò il Parco ad essere tra i più importanti in Europa e fu utilizzato per molti decenni come set per film e pubblicità. Il periodo con più affluenza di pubblico è stato sicuramente quello che va dagli anni '80 agli anni '90 e le foto di questo articolo sono riferite proprio a quel periodo. Erano molte le attrazioni presenti che ora non ci sono più (ad eccezione della ruota panoramica) e quelle delle foto ricordano soltanto alcune di esse, che in qualche modo sono tra quelle che più mi hanno divertito.






Commenti

Post popolari in questo blog

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

I mosaici di Depero e Prampolini all'EUR

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

La Sala Rotonda del Museo Pio Clementino nei Musei Vaticani

Il Tempio di Ercole Vincitore

La Fontana dell'Acqua Felice

L'elefantino berniniano in Piazza della Minerva

Marforio, la Statua Parlante ai Musei Capitolini

Panoramiche su Roma