Fontana della Navicella

Immagine
  © Photo Massimo Gaudio Fontana della Navicella Nel rione Celio a pochi passi dal Colosseo, si trova piazza della Navicella nella quale si affaccia la basilca di Santa Maria in Domnica, detta anche "in navicula" e dove trova collocazione la Fontana della Navicella . La cronaca riferisce che già dagli ultimi anni del Quattrocento, la piazza assunse questa denominazione per via di una precedente scultura raffigurante una galera romana risalente all'epoca romana, andata persa nel Medioevo e ritrovata in pezzi nelle vicinanze della basilica. Fu papa Leone X nel 1518 a dare l'incarico di realizzarne una copia ad Andrea Sansovino, che pochi anni prima aveva curato il restauro della vicina basilica. La navicella è in marmo bianco ed è stata posta sopra un basamento in travertino che riporta, in corrispondenza della poppa e della prua, lo stemma dei Medici. Il basamento si trova all'interno di un basso bacino di forma ellittica dove è stato realizzato un mosaico in ciott

Monumento funerario di papa Clemente XIV nella basilica dei Santi XII Apostoli di Antonio Canova

Antonio Canova, Monumento funerario di papa Clemente XIV (1787)

Il Monumento Funebre di Clemente XIV, si trova nella basilica dei Santi XII Apostoli che si affaccia sull'omonima piazza nel rione Trevi. Il monumento si trova alla fine della navata sinistra della basilica dove si accede per la sagrestia. L'opera venne commissionata nel 1783 ad Antonio Canova da un ricchissimo mercante di nome Carlo Giorgi come riconoscenza verso il papa per i benefici ricevuti. E' stata realizzata in marmo di Carrara e lumachella ed è suddivisa in tre registri: In quello superiore si trova la statua del pontefice con il braccio destro sollevato in un gesto ammonitorio, sotto di lui a sinistra si trova la Temperanza china sul sarcofago, mentre nel registro inferiore a destra è stata collocata la Mansuetudine in posizione seduta e di fianco un agnello accovacciato. La porta centrale simboleggia il passaggio dalla vita alla morte.
Questa opera fu realizzata dal Canova soltanto otto anni dopo essere giunto a Roma e ricevette critiche positive tra cui quelle del critico rigoroso e temuto Francesco Milizia, che ne elogiò il "riposo", "l'eleganza" e la "disposizione" nel segno della semplicità. Fu per Antonio Canova la prima grande committenza romana che diede inizio alla sua gloria.











Commenti

Post popolari in questo blog

I mosaici di Depero e Prampolini all'EUR

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

Marforio, la Statua Parlante ai Musei Capitolini

Palazzo Barberini

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

Natale di Roma

Museo della Civiltà Romana all'EUR

Il Presepe di Arnolfo di Cambio nella basilica di Santa Maria Maggiore

Venere e Afrodite nei musei romani