I Presepi di piazza San Pietro

Immagine
   #artiebellezzeitaliane Photo by  Massimo Gaudio Il Presepe in piazza San Pietro 2022 Nella splendida cornice di piazza San Pietro, circondati dal bellissimo portico michelangiolesco, possiamo ammirare il tradizionale presepe che come ogni anno accompagna le festività natalizie, dove la sera della vigilia di Natale, poco prima della messa di mezzanotte, il bambinello è stato adagiato nella mangiatoia tra il bue e l'asino. Il presepe proveniente da Sutrio in Friuli-Venezia Giulia ed è stato realizzato interamente in legno dai maestri artigiani della cittadina in provincia di Udine e sarà visibile fino al giorno 8 gennaio prossimo. Se si vuole continuare a rimanere immersi all'interno del clima natalizio, sempre fino all'8 gennaio, sarà possibile ammirare con ingresso libero i 100 Presepi in Vaticano , esposti sotto il colonnato di sinistra, realizzati con varie tecniche e materiali da artisti ed artigiani nazionali ed internazionali. Si viene subito accolti dal presepe pro

Giardino del Quirinale già di Carlo Alberto

   © Photo Massimo Gaudio

Il giardino con il monumento equestre a Carlo Alberto

Via del Quirinale divide due rioni di Roma: il rione Trevi e il rione Monti.  All'interno di quest'ultimo, sopra il colle Quirinale, c'è un giardino dove trova posto un grande monumento equestre in bronzo che ritrae Carlo Alberto di Savoia, dal quale il giardino in precedenza prese il nome. L'opera realizzata dallo scultore fiorentino Raffaele Romanelli, venne inaugurata il 14 marzo del 1900 in presenza del nipote re Umberto I e della regina Margherita, anche se il suo progetto risale al 1898 in occasione del centenario della nascita di Carlo Alberto.
I lavori per la creazione del parco che si estende su una superfice di 6915 mq., furono affidati nel 1887 al giardiniere della casa reale Giuseppe Roda. Il giardino venne realizzato l'anno successivo in una porzione delle proprietà nella quale una volta sorgevano due chiese con i relativi conventi risalenti al Cinquecento: la chiesa di santa Chiara e la chiesa di santa Maria Maddalena, demolite dopo l'esproprio avvenuto nel 1871 dal Ministero della Real Casa per venire incontro alle nuove strutture pubbliche necessarie a seguito della creazione del nuovo regno. 
Il giardino realizzato in occasione della visita a Roma dell'imperatore Guglielmo II, suscitò non pochi malumori tra i romani, perché come giustificazione venne detto che la visuale dell'imperatore non poteva essere limitata dalla presenza di edifici troppo vicini e che un angolo verde lo avrebbe sicuramente allietato. I romani (come Pasquino insegna), lo ribattezzarono subito in Il giardino del Kaiser. 
Nel 1969 su iniziativa del presidente della Repubblica Giuseppe Saragat, il giardino venne aperto al pubblico, mentre nel 1998 venne effettuata la consegna ufficiale al Comune di Roma.


Monumento equestre a Carlo Alberto





Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La Sala Rotonda del Museo Pio Clementino nei Musei Vaticani

La tomba di Raffaello Sanzio al Pantheon

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative

Gli affreschi di Galleria Borghese

I Grandi Artisti nella Basilica di San Pietro

Caravaggio e la cappella Contarelli nella chiesa di San Luigi dei Francesi

Cappella Chigi nella basilica di Santa Maria del Popolo

Piramide Cestia

La tomba di Gian Lorenzo Bernini

Cappella Cerasi nella basilica di Santa Maria del Popolo